Le migliori bici senza pedali del 2017

Confronta le migliori bici senza pedali del 2017 e leggi la nostra guida all'acquisto.

La migliore

Bikestar RU-10-ST

Migliori offerte
Spedizione inclusa
Altezza sellino30-37 cm
Dimensioni ruote10
TelaioAcciaio
Tipologia ruotePneumatici
Peso4,4 kg
Freni
Manopole di sicurezza
Punti forti
  • Manubrio e sellino regolabili
  • Adatta a tutti i terreni
  • Stabile e sicura fino a un peso di 35 kg
  • Dotata di cavalletto
  • Consigliata dai 2 ai 5 anni
Punti deboli
  • Un po' pesante per i più piccoli

Il miglior rapporto qualità-prezzo

Chicco Red Bullet

Migliori offerte
Spedizione inclusa
Altezza sellino33-38 cm
Dimensioni ruote10
TelaioAlluminio
Tipologia ruoteSchiuma polimerica
Peso2,7 kg
Freni
Manopole di sicurezza
Punti forti
  • Manubrio e sellino regolabili
  • Leggera
  • Consigliata dai 2 ai 5 anni
Punti deboli
  • Non ideale per sterrato e terreni irregolari

La più venduta

Famosa Feber My Bike 800009008

Migliori offerte
Spedizione inclusa
Altezza sellino36-42,5 cm
Dimensioni ruote10
TelaioAlluminio
Tipologia ruoteSchiuma polimerica
Peso2,8 kg
Freni
Manopole di sicurezza
Punti forti
  • Manubrio e sellino regolabili
  • Leggera
  • Consigliata dai 2 ai 5 anni
Punti deboli
  • Non ideale per sterrato e terreni irregolari

La più economica

Bopster Boppi 51F-52A-1A9

Migliori offerte
Spedizione inclusa
Altezza sellino30-44 cm
Dimensioni ruote11
TelaioAcciaio
Tipologia ruoteSchiuma polimerica
Peso3,8 kg
Freni
Manopole di sicurezza
Punti forti
  • Manubrio e sellino regolabili
  • Disponibile in varie colorazioni
  • Consigliata dai 2 ai 5 anni
Punti deboli
  • Non ideale per sterrato e terreni irregolari
  • Un po' pesante per i più piccoli

Da scoprire

Kinderkraft Runner

Migliori offerte
Spedizione inclusa
Altezza sellino37-44 cm
Dimensioni ruote12
TelaioLegno
Tipologia ruoteSchiuma polimerica
Peso3 kg
Freni
Manopole di sicurezza
Punti forti
  • Sellino regolabile
  • Campanello e cestino in dotazione
  • Disponibile in due fantasie
  • Consigliata a partire dai 3 anni
Punti deboli
  • Non ideale per sterrato e terreni irregolari

Fattori decisivi per la scelta della bici senza pedali

Perché scegliere una bici senza pedali

Come si può facilmente intuire, la bici senza pedali ha la stessa struttura di una bicicletta tradizionale ma è priva di pedali, e dunque di trasmissione, catena e, in molti casi, persino di freni. Pensato appositamente per i bambini, questo strumento è molto popolare nel Nord Europa, dove già da diversi anni è considerato una tappa fondamentale nell'approccio al mondo della bicicletta. Recentemente, però, la bici senza pedali ha iniziato ad essere più acquistata anche nel nostro paese, vincendo la diffidenza iniziale dei genitori italiani, abituati da tempo alla più tradizionale bici con le rotelle.

Bici senza pedali

Le ragioni di questa popolarità sempre più diffusa sono svariate: primo fra tutti, senza dubbio, il fatto che la bici senza pedali permetta al bambino di imparare ad andare in bicicletta in modo molto più veloce, naturale e intuitivo rispetto alla bici con le rotelle o al triciclo. In assenza dei pedali, infatti, il piccolo ciclista non deve fare altro che spingersi con i piedi reggendosi al manubrio. Inizialmente si limiterà a camminare, tenendo i piedi appoggiati a terra; dopo i primi tentativi, però, il bambino proverà a correre e a sollevare i piedi per prendere velocità. In questo modo, al contrario di quanto avviene in presenza di rotelle, il piccolo potrà prendere sempre più confidenza con l'equilibrio su due ruote. Inoltre, il tutto avverrà in piena autonomia e senza grandi sforzi da parte dei genitori: di conseguenza, anche il passaggio alla bici tradizionale sarà istintivo e decisamente meno traumatico.

La bici senza pedali fa anche sì che il bambino possa mettere alla prova fin da subito le proprie abilità motorie: grazie all'assenza di supporti e rotelle aggiuntive che aiutano a non cadere, infatti, la percezione del proprio corpo rapportato al mondo esterno verrà stimolata dal momento in cui i piccoli inforcheranno la bici. Fin dall'inizio, dunque, questo strumento consente di allenare non solo l'equilibrio, ma anche movimenti fondamentali come la sterzata. Con il triciclo o le rotelle, il bambino impara a cambiare direzione semplicemente ruotando il manubrio, mentre con una normale bicicletta occorre spostare il peso del corpo per curvare; chi inizia con la bici senza pedali, però, ha già sperimentato la sensazione di mancanza di equilibrio in curva e non avrà problemi o esitazioni passando alla bici "da grandi".

I genitori più apprensivi potrebbero spaventarsi di fronte all'assenza di freni che contraddistingue molti modelli di bici senza pedali; in realtà, proprio perché questo strumento prevede unicamente l'utilizzo dei piedi e delle gambe, la velocità che i bambini possono raggiungere rimarrà moderata e gestibile. Tutto il contrario di quanto avviene con le biciclette dotate di rotelle, che consentono di raggiungere una velocità decisamente maggiore, con il rischio che i piccoli ciclisti vadano in panico e non riescano a frenare in tempo.
Infine, le biciclette senza pedali hanno anche un altro vantaggio: la loro struttura essenziale le rende in effetti molto comode e consente al bambino di avventurarsi anche su terreni più irregolari come erba, ghiaia o sterrato senza rimanere incastrato o rischiare che le ruote inizino a girare a vuoto. Le bici con le rotelle sono di fatto molto più pericolose, dal momento che questi elementi finiscono spesso con l'impigliarsi o comunque non permettono di procedere con agilità su un terreno che non sia perfettamente piano.

Qual è l'età giusta per la prima bici senza pedali?

Innanzitutto, bisogna specificare che non tutti i bimbi raggiungono le varie tappe dello sviluppo nello stesso momento: ogni bambino è diverso dagli altri e ha le proprie preferenze e i propri interessi, esattamente come gli adulti. Per questo motivo, non è possibile determinare in modo univoco quale sia l'età giusta per acquistare la prima bicicletta. In generale, comunque, le bici senza pedali possono essere utilizzate a partire dai 18-24 mesi fino ai 5-6 anni, momento in cui solitamente avviene il passaggio alla bici "da grandi". I modelli in commercio variano dunque a seconda dell'età e della statura, oltre a presentare alcuni elementi che vanno ad influire sulla sicurezza e sul comfort durante l'utilizzo. Nei prossimi paragrafi analizzeremo nello specifico quali sono le caratteristiche che vanno tenute in considerazione nel momento in cui si vuole acquistare una bici senza pedali per i più piccoli.

Bici senza pedali in metallo

Dimensioni della bici

Quando si tratta di bici senza pedali, la prima regola fondamentale è che, una volta in sella, il bambino deve sempre poter toccare il terreno con i piedi senza troppa fatica. Acquistare una bicicletta troppo grande pensando che potrà essere sfruttata più a lungo, quindi, potrebbe risultare controproducente: la capacità di controllo sarà sicuramente ridotta e il rischio di incidenti e cadute più elevato.
Non è tanto l'età del bambino, dunque, quanto piuttosto la sua statura a fare la differenza durante l'acquisto di una bici senza pedali. Pertanto, sarà su questo valore che ci dovremo basare nel momento in cui valutiamo le dimensioni delle ruote, l'altezza del manubrio e quella del sellino.
Nel caso dell'altezza del sellino, il dato più importante su cui fare affidamento è la lunghezza dell'interno gamba: possiamo misurarla facendo stare il bambino ben dritto contro una parete, meglio se senza scarpe, con un libro tra le gambe, per poi misurare la distanza tra il cavallo e il pavimento. Per essere sicuri che i piedini possano poggiare bene a terra, l'altezza minima del sellino da noi scelto non dovrà essere superiore a questo valore. La maggior parte delle bici senza pedali, comunque, prevede la possibilità di regolare l'altezza del sellino e del manubrio: in questo modo, il modello scelto potrà adattarsi a diverse fasi della crescita del bambino e, dunque, essere utilizzato fino al momento in cui si vorrà passare a una bicicletta tradizionale. Grazie a questo sistema, molte bici senza pedali regolabili possono arrivare a coprire il periodo che va dai 2 ai 5 anni.

Bici senza pedali sellino e manubrio regolabili

Le dimensioni delle ruote, invece, sono in genere espresse in pollici. La maggior parte delle bici senza pedali attualmente in commercio è dotata di ruote da 10" o da 12": la prima taglia si consiglia solitamente a chi cerca un modello che il proprio piccolo possa utilizzare già a partire dai 2 anni; le ruote da 12" sono invece leggermente più grandi e più indicate a partire dal terzo anno d'età.
Per quanto riguarda il peso, invece, la regola generale è di non acquistare una bici che pesi più del 30% del peso del bambino: in questo modo, si avrà la sicurezza che il modello selezionato non sia troppo pesante e possa essere maneggiato con facilità e in tutta sicurezza dal piccolo ciclista.

Telaio

Un altro elemento da tenere in considerazione quando si acquista una bici senza pedali per il proprio bambino è il telaio, o più precisamente il materiale con cui esso è realizzato. Generalmente i materiali più comuni per i telai delle bici senza pedali sono metallo, legno e materiale plastico composito: le bici in legno e plastica, dal punto di vista strettamente estetico, sono più simili a un giocattolo, mentre quelle in metallo sono più vicine a una vera e propria bici da adulto in miniatura.
I telai in metallo sono realizzati in genere in acciaio o in alluminio: quest'ultimo materiale risulta leggero ma allo stesso tempo resistente, ed è tipico delle bici più sofisticate; l'acciaio, invece, è leggermente più pesante e più comune per i modelli di fascia economica. In generale, comunque, una struttura in metallo garantisce una lunga durata ed è l'ideale per chi non vuole escludere la possibilità di tramandare la bici al fratello o alla sorella minori o semplicemente di rivenderla una volta che il bambino sarà cresciuto.
I modelli in legno sono più ecologici. Tuttavia, dal punto di vista della durata, si tratta senza dubbio dei telai più problematici: il legno è un materiale delicato e può danneggiarsi rapidamente, non soltanto in seguito a urti e cadute, ma anche se esposto a una umidità eccessiva, ad esempio lasciando la bici all'aperto troppo a lungo.

Bici senza pedali in legno

I telai in plastica, infine, risultano leggeri ma sono in grado allo stesso tempo di sopportare un peso elevato; inoltre, questo materiale non corre il rischio di arrugginirsi o scheggiarsi in seguito all'esposizione ad agenti esterni. Se utilizzate a lungo, magari da bambini particolarmente vivaci, le bici in plastica potrebbero però deformarsi leggermente.

Ruote

La struttura delle ruote di una bici senza pedali determina la facilità di scorrimento della bici e allo stesso tempo la sua aderenza al terreno; di conseguenza, prima di comprare una bici senza pedali occorrerà valutare bene anche questo elemento, soprattutto in base all'utilizzo che si intende fare di questo strumento.
Per chi è alla ricerca di una bici da utilizzare prevalentemente in città, e dunque su un terreno asfaltato o comunque piuttosto regolare, una bici meno sofisticata con ruote in legno, in plastica dura o in schiuma polimerica può rappresentare una soluzione soddisfacente. Questo tipo di ruote è in genere più leggero, non comporta rischi di forature, ma allo stesso tempo è anche decisamente meno resistente: aderenza al terreno e ammortizzazione sono inferiori, motivo per cui il loro utilizzo è sconsigliato su terreni sterrati o irregolari.

Bici senza pedali ruote schiuma polimerica

Chi desidera acquistare al proprio bimbo una bici utilizzabile durante scampagnate fuori città o in montagna dovrebbe invece preferire modelli dotati di pneumatici con camera d'aria: si tratta senza dubbio di bici più costose e leggermente più pesanti, ma dal punto di vista dell'aderenza al terreno e della resistenza questi modelli sono certamente i più performanti e risultano adatti a tutti i tipi di terreno.

Comfort e sicurezza

Oltre alle caratteristiche fondamentali analizzate nei paragrafi precedenti, troviamo poi una serie di elementi strutturali che, se presenti, arricchiscono la bici senza pedali e rendono il suo utilizzo più confortevole ma soprattutto più sicuro per i nostri piccoli ciclisti.
La prima caratteristica da tenere in considerazione è la struttura delle manopole: in genere, la maggior parte delle bici senza pedali è dotata di questi elementi, solitamente costituiti in materiale gommoso, che vanno a rivestire il manubrio per conferire una migliore presa ed evitare che le mani possano scivolare. Molti modelli, però, presentano manopole dall'estremità più larga e tondeggiante: questo è pensato per evitare che la manopola possa fare male al bambino in caso di impatto sul manubrio, ad esempio durante una caduta o una sterzata particolarmente brusca.

Bici senza pedali manopola con estremità di sicurezza

Alcune bici senza pedali, inoltre, sono dotate di pedana poggiapiedi: si tratta di uno spazio posto nella parte bassa del telaio, in plastica o in materiale antiscivolo, su cui il bambino può posare i piedi dopo essersi spinto con le gambe e aver acquistato l'equilibrio. Questo elemento non è fondamentale dal punto di vista della sicurezza, ma è considerato da molti una caratteristica utile in termini di praticità: al momento dell'acquisto, dunque, si potrà valutare se scegliere un modello dotato o meno di pedana a seconda delle proprie preferenze personali (e ovviamente di quelle del bambino!).

Bici senza pedali pedana poggiapiedi

Un'ultima considerazione riguarda la presenza o meno dei freni. Come già accennato, le bici senza pedali non consentono di raggiungere velocità eccessive, proprio perché la spinta viene effettuata dalle gambe stesse del piccolo ciclista; i freni, quindi, non sono indispensabili per la sicurezza dei bimbi, che potranno tranquillamente rallentare o frenare utilizzando i piedi. Inoltre, i bambini molto piccoli non sono in grado di utilizzarli, non solo per via della durezza delle leve ma anche perché la loro coordinazione occhio-mano non è ancora completamente sviluppata: per questo, le bici senza pedali dotate di freni sono generalmente pensate per i bambini dai 3 anni in su. La presenza dei freni, comunque, può essere utile a quei genitori che cercano una bici da usare a lungo, ad esempio un modello che permetta di aggiungere i pedali quando il bambino è pronto per passare a una bici tradizionale.

Domande e risposte su Bici senza pedali

  1. 0
    Domanda di Luigi | 18 ottobre 2017 at 06:33

    Salve, mi potreste indicare quale criterio adottare per stabilire la giusta altezza della sella della bici?
    Grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 18 ottobre 2017 at 10:06

      Per stabilire la giusta altezza del sellino basta affidarsi alla lunghezza dell’interno gamba del tuo bambino: puoi misurarla facendolo stare scalzo e ben dritto contro una parete, con un libro o un manico di scopa tra le gambe; a questo punto dovrai misurare la distanza tra il cavallo e il pavimento: perché i piedini possano poggiare bene a terra, l’altezza minima del sellino non dovrà superare questo valore.

"Bici senza pedali": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Bikestar RU-10-ST

Miglior prezzo: 66,99€

Chicco Red Bullet

Miglior prezzo: 29,99€

Famosa Feber My Bike 800009008

Miglior prezzo: 65,00€