I migliori aspiracenere del 2017

Confronta i migliori aspiracenere del 2017 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa

5 Fattori decisivi per la scelta dell'aspiracenere

1. Capienza

Diversi tipi di aspiracenere

AspiracenereIl bidone aspiracenere è un tipo particolare di aspiratore progettato per la pulizia di camini, barbecue, stufe a carbone di legna, e quindi adatto ad aspirare ceneri di materiali combustibili (per esempio legna da fuoco naturale, cubetti/pellets di legno, carbone lignitico e fossile).

Ceneri calde o fredde

In commercio si trovano vari tipi di aspiracenere, nella maggior parte di casi si tratta di aspiratori a secco per ceneri fredde, ovvero per quelle che non superano la temperatura di 40 °C. Tuttavia vi sono anche alcuni bidoni aspiracenere che sono realizzati appositamente per aspirare le ceneri calde a temperature superiori a 40 °C, purché non siano roventi. Quest’ultima tipologia è indicata per chi ha necessità di pulire in fretta il camino o il barbecue, senza dover attendere troppo che le ceneri si raffreddino.

Aspiracenere ad acqua

A titolo informativo, vi segnaliamo l’esistenza di un tipo particolare di aspiracenere per ceneri calde che sfrutta un sistema ad acqua. Mentre il bidone aspiracenere a secco raccoglie la cenere direttamente al suo interno senza la presenza di sacchetti di raccolta particolari, nel caso dell'aspiracenere ad acqua la cenere aspirata nel bidone viene mischiata all'acqua. Per la manutenzione è buona norma svuotare sempre il bidone dopo ogni utilizzo, soprattutto nel caso dei bidoni aspiracenere ad acqua, in modo da evitare la formazione di cattivi odori. In ogni caso la scelta tra queste tipologie dipende dalle vostre particolari esigenze, e le loro rispettive differenze, al momento, non costituiscono fattori discriminanti.

La capienza

Aspiracenere compattoFatte queste prime considerazioni generiche, andiamo nel dettaglio e iniziamo ad esaminare il primo degli aspetti che sono a nostro parere decisivi per la scelta dell’aspiracenere, ovvero la capacità del vano raccolta.
Tenete presente che dalla capienza dipende quante volte dovrete interrompere eventualmente il lavoro per svuotare le ceneri raccolte.
La capienza del vano di raccolta può variare all'incirca tra i 10 e i 20 litri, a seconda del modello. Vani di dimensioni superiori sono invece prerogativa degli aspiratori multifunzione, che oltre ad aspirare la cenere possono assolvere anche a compiti di natura diversa.
Un buon aspiracenere capiente può avere un vano di raccolta della capacità di 17 litri, tuttavia per l’uso domestico un vano da 14 litri può essere più che sufficiente, soprattutto se dovete pulire ad esempio un barbecue da giardino dalle dimensioni contenute.
La quantità della cenere da rimuovere va quindi sempre tenuta presente, perché essa influisce sulla capienza che vi sarà necessaria per svolgere le operazioni di pulizia senza fastidiose interruzioni. Non bisogna inoltre trascurare che a una maggiore capacità del serbatoio corrispondono anche maggiori dimensioni, peso e ingombro: aspetti per i quali saranno necessari accorgimenti intelligenti (maniglia ergonomica, rotelle) di cui parleremo in seguito.

2. Struttura

I vari modelli di bidone aspiracenere sono molto simili tra loro, la loro struttura è costituita da un fusto, un tubo flessibile, una lancia e infine dalla presenza opzionale delle rotelle. Nei prossimi paragrafi vi guideremo nell'esame di queste caratteristiche.

Fusto

aspiracenere aperto

Il fusto del bidone aspiracenere è la parte che contiene il vano destinato alla raccolta della cenere, ha una sezione cilindrica, ed è necessariamente costituito internamente da materiali ignifughi.
Le dimensioni approssimative minime medie possono essere di circa 30 x 30 x 27 cm.
È importante notare che un aspiracenere che si sviluppa in altezza ingombra di meno rispetto a uno con diametro maggiore, ma se sprovvisto di una solida base di appoggio potrebbe essere poco stabile (soprattutto a serbatoio vuoto o semivuoto).
Anche la presenza di rotelle non garantisce sempre la massima stabilità, soprattutto se si tratta di rotelle leggere, ma di media o scarsa qualità. Pertanto la struttura del fusto dovrebbe esprimere un giusto equilibrio tra stabilità e leggerezza.
Il peso medio di un aspiracenere si aggira intorno ai 5 kg. Ci sono anche modelli più pesanti, ma in quel caso è consigliato accertarsi della presenza di rotelle per poter trasportare il bidone più facilmente.
A proposito del trasporto, nella parte superiore del fusto si trova una maniglia che consente di afferrare il bidone per gli eventuali spostamenti sulle rotelle o per i sollevamenti. La maniglia dovrebbe essere ergonomica e strutturata in modo tale da non affaticare e “tagliare” le mani, soprattutto quando il bidone è pieno e deve essere svuotato. I modelli di aspiracenere più economici presentano invece nella maggior parte dei casi una maniglia che consiste in un semplice filo metallico, esattamente come quello delle lattine di vernice.
Il motore e i relativi sistemi di filtraggio si trovano nella parte superiore e interna del fusto. Nei modelli più semplici di aspiracenere l’attacco del tubo si trova sulla parte superiore del coperchio, mentre nei modelli più tecnologicamente avanzati si può trovare anche sul lato del fusto.
Altro aspetto da considerare è il tipo di apertura per lo scarico delle ceneri: nei modelli più semplici viene semplicemente assicurata da un gancio laterale, mentre nei migliori aspiracenere si trova un sistema facilitato di apertura e svuotamento del vano raccolta che rende questa operazione veloce e semplice. Anche questo è un aspetto interessante da valutare, poiché per una corretta manutenzione dell'aspiracenere si consiglia di svuotare e pulire l'aspiratore (possibilmente all'aperto) dopo ogni utilizzo.

Tubo e lancia

bocchetta piattaAltro punto che merita attenzione è il tubo flessibile, che può misurare dagli 80 cm a più di un metro, e a seconda della sua lunghezza potrà risultare più o meno comodo per raggiungere gli angoli più lontani o nascosti. L’impugnatura del tubo dovrebbe essere preferibilmente ergonomica, per non affaticare troppo durante l'uso.
All’estremità del tubo si trova la lancia: in questo caso l’aspetto da tenere presente non è tanto la lunghezza, quanto la sua angolazione e se è dotata di estremità obliqua: questi due aspetti permettono di pulire anche gli angoli in modo efficace. Nei modelli di alta qualità vi dovete quindi aspettare una lancia che abbia queste caratteristiche, oltre alla possibilità eventuale di aggiungere una bocchetta piatta dal profilo obliquo, capace di garantire una migliore pulizia del vostro camino o stufa.

Presenza di rotelle

Aspiracenere maniglia non ergonomicaIn relazione alle considerazioni relative a capacità e peso di cui abbiamo parlato sopra, abbiamo visto che è in certi casi determinante la presenza delle rotelle pivotanti, perché esse consentono lo spostamento del bidone aspiracenere senza fatica, e risultano utili in particolar modo a carico pieno.
Le rotelle, se di buona qualità, dovrebbero essere particolarmente robuste ed adatte a diversi tipi di superfici, come il pavimento di casa o il prato del giardino.
Le versioni più rudimentali di bidone aspiracenere, invece, ne sono sprovviste: in questo caso suggeriamo di prestare particolare attenzione al tipo di maniglia, che dovrebbe avere una struttura ergonomica ed essere allo stesso tempo resistente, dal momento che sarà la sola parte sollecitata durante gli spostamenti.

3. Praticità

Aspiracenere accessoriatoDagli aspetti strutturali appena citati dipende notevolmente la praticità d’uso del bidone aspiracenere, che è il terzo fattore che suggeriamo di tenere in considerazione. Vi sono poi altri aspetti significativi che rendono un aspiracenere pratico da usare: sono il raggio d’azione, gli accessori in dotazione e la reperibilità dei pezzi di ricambio.

Raggio d’azione

La lunghezza del cavo influisce molto sul raggio d’azione, in particolare se volete usare il bidone aspiracenere per pulire il vostro barbecue o il vostro camino in giardino, perché non sempre potreste trovare una presa della corrente a portata di mano. Una lunghezza del cavo che può essere sufficiente per tali utilizzi è di 4 m, ma ricordiamo anche che è sempre possibile utilizzare una prolunga qualora la lunghezza del cavo non bastasse. La presenza di ganci per avvolgere il cavo aiuta a gestire gli spostamenti dell’aspiracenere, oltre che a limitarne l’ingombro quando non è in funzione.
A questo proposito aggiungiamo però che la lunghezza del cavo è rilevante solo per i modelli dotati di ruote, che verosimilmente verranno utilizzati anche come aspiratori per pulire garage o cantine, anche grazie ad accessori come tubi supplementari o bocchette forniti in dotazione o acquistati separatamente. I modelli più semplici e destinati esclusivamente all'aspirazione di cenere dal camino o dalla stufa non risentiranno di un cavo più corto della media, dal momento che non sarà loro richiesta una particolare mobilità, anzi, potrebbero addirittura stazionare fissi accanto al camino.
Non dimentichiamo che anche la lunghezza del tubo influisce molto sul raggio d’azione: può aver una lunghezza da un minimo di 80 cm fino a più di 100 cm. Un tubo lungo sarà più ingombrante, ma vi permetterà di raggiungere più facilmente gli angoli del vostro caminetto, soprattutto se si tratta di un caminetto da cucina, posto al livello del piano cottura. Segnaliamo inoltre che vi sono bidoni aspiracenere che sono dotati di un sistema per ridurre l’ingombro del tubo quando non è in funzione.

Accessori e pezzi di ricambio

Tubo e lancia aspiracenereGli accessori non sono strettamente indispensabili, ma di solito si trovano in dotazione con i bidoni aspiracenere multifunzionali, predisposti, per esempio, ad aspirare anche liquidi o sporco grossolano (quello che potete trovare nelle cantine e nei garage).
Per la funzione di aspiracenere può essere comodo ricevere in dotazione una bocchetta a lancia, piatta e lunga, che risulta particolarmente adatta per aspirare la cenere dalle fessure e dagli angoli. A volte gli accessori sono contenuti in un vano contenitore posto sulla sommità o sul lato dell’aspiracenere stesso.
Un buon contributo alla manutenzione del bidone aspiracenere è la possibilità di acquistare anche separatamente eventuali parti di ricambio. Le parti di ricambio più frequenti sono i filtri che proteggono il motore, oltre che eventuali bocchette o tubi di ricambio.
A proposito, dovete sempre tenere presente che i pezzi di ricambio sono più facilmente reperibili presso le case più affermate, mentre probabilmente incontrerete qualche difficoltà scegliendo un aspiracenere di fascia bassa di una marca sconosciuta.

4. Prestazioni e consumi

Aspiracenere in azioneAltro aspetto da non trascurare per la scelta dell’aspiracenere è la qualità delle prestazioni che questo è in grado di fornire.
Le prestazioni sono strettamente correlate al rapporto inversamente proporzionale tra depressione e portata. La depressione è la capacità di sollevare corpi pesanti tramite la forza aspirante dell'aspiracenere (espressa in mbar, millibar, o kPa, kilopascal), mentre la portata (l/s litri al secondo) è la quantità di aria aspirata al secondo.
Abbiamo costatato che non sempre i dati reperibili on-line riportano la depressione e la portata. In ogni caso un punto di riferimento per le prestazioni di un buon aspiracenere sono pari a una di depressione di 200 mbar (o 20 kPa) con una portata di 65 l/s, mentre un modello di fascia bassa può presentare valori intorno ai 120/140 mbar (12/14 kpa) e 30 l/s.
Altro aspetto da tenere in considerazione è la potenza elettrica assorbita dal motore per l’aspirazione. La potenza di un aspiracenere di uso domestico può aver un voltaggio compreso tra 500 e 1200 Watt.
Mettendo in relazione le prestazioni e il consumo energetico l’ideale sarebbe a parità di resa un consumo inferiore, per cui un buon compromesso per uso domestico potrebbe essere per esempio un aspiratore che ha una depressione di circa 150 mbar e un consumo di 800 Watt.
La classe energetica per questo tipo di aspiratori non è facilmente rintracciabile. Tuttavia facciamo notare che le maggiori aziende sottopongono i loro prodotti a test qualitativi e ottengono autorevoli certificazioni, tra cui citiamo il sistema di certificazione tedesca Tüv (acronimo di Technischer Überwachungsverein, Associazione di Controllo Tecnico) che si occupa di ispezionare e verificare il sistema aziendale nelle sue varie parti.

5. Filtrazione

filtro a cestelloIl sistema di filtrazione degli aspiracenere serve a proteggere il motore ed è molto importante per garantire una lunga durata dell’aspiracenere e per la sicurezza dello stesso. Per questo suggeriamo di tenere in considerazione le caratteristiche relative al sistema di filtrazione nella scelta del vostro aspiracenere.
Il sistema di filtraggio consiste in filtri intercambiabili e/o lavabili in acqua, in materiali quali tessuto e spugna.
I filtri di una stessa casa produttrice possono essere compatibili con vari modelli di aspiracenere, tuttavia, qualora vi occorressero dei ricambi vi suggeriamo di fare attenzione alla compatibilità con il vostro apparecchio.
Nei migliori modelli di aspiracenere è presente un sistema a doppio filtro: ovvero un cestello in metallo che protegge il motore dallo sporco grossolano, sormontato da un ulteriore filtro che trattiene la polvere della cenere.
filtro plissettatoUn tipo di filtro particolarmente efficace è quello HEPA (High-Efficiency Particulate Air). I filtri HEPA, costruiti in fibra di vetro, si presentano come soffietti a pieghe e riescono a trattenere il 99,97% delle particelle e dei microorganismi a partire dal diametro di 0,3 micron. Il filtro HEPA può essere lavabile in acqua, ma si consiglia di sostituirlo periodicamente. La presenza di un filtro HEPA contribuisce notevolmente ad aumentare la qualità dell’aspiratore.
Alcuni modelli sono dotati anche di scuotifiltro, un sistema che permette appunto di “scuotere” il filtro dalla cenere e quindi di pulirlo, senza necessità di interrompere l’aspirazione ed aprire il fusto. Questo sistema favorisce l’aspirazione al massimo delle prestazioni.
Durante l’aspirazione, consigliamo di controllare costantemente che il tubo e l’aspiratore non si surriscaldino e che non si intasino. In tal caso è meglio sospendere e attendere che si raffreddino. Ricordiamo nuovamente che la pulizia dell’aspiracenere e quindi dei filtri dovrebbe essere effettuata dopo ogni utilizzo, perché questo garantisce una buona qualità di aspirazione.

Altri fattori da tenere in mente per la scelta dell'aspiracenere

I materiali sono importanti?

Per ovvi motivi di sicurezza i materiali interni di costruzione del bidone aspiracenere sono necessariamente ignifughi, il fusto infatti è sempre in metallo, preferibilmente in acciaio, ma nelle versioni più economiche potete trovare semplice lamiera verniciata. Ciò che può essere maggiormente interessante considerare, sono invece i materiali utilizzati per le guarnizioni, come quelle impiegate per le rotelle o per altri dettagli quali il manico o i ganci per il cavo. Tali materiali dovrebbero essere robusti ed affidabili per poter così contribuire alla qualità complessiva del prodotto garantendone la solidità e la durata nel tempo.

La marca è importante?

La casa produttrice è rilevante nella misura in cui si desideri un bidone aspiracenere di alta qualità. La differenza consiste nei dettagli e negli accorgimenti tecnici sopra evidenziati: se si desidera un aspiracenere particolarmente efficace, comodo, dotato di un buon sistema di filtraggio e silenzioso, vi dovrete orientare necessariamente verso una marca prestigiosa, tenendo presente però che i costi saranno probabilmente elevati. Le case produttrici con maggiore esperienza dedicano un impegno costante nel campo della ricerca e quindi riescono ad offrire soluzioni sempre più avanzate ed innovative. Al contrario, se vi interessa un modello semplice ed essenziale, vi potete accontentare di un prodotto di faccia medio-bassa. Infine non bisogna trascurare che i grandi marchi garantiscono un’assistenza clienti più capillare e facile da raggiungere, oltre che una maggiore reperibilità dei pezzi di ricambio.

Il prezzo è importante?

A seguito delle considerazioni fatte, ribadiamo che normalmente a un prezzo elevato corrispondono qualità e prestazioni superiori. La scelta dell’acquisto di un bidone aspiracenere dipende pur sempre dalle vostre particolari esigenze e dalla vostra disponibilità. Qui di seguito indichiamo le fasce di prezzo orientative e alcune caratteristiche essenziali:

  • Fascia di prezzo bassa: max. 30 €, capacità 14 l, senza rotelle, filtro semplice
  • Fascia di prezzo media: 30-60 €, capacità 16 l, con rotelle, filtro di vario genere
  • Fascia di prezzo alta: 60 -100 €, capacità superiore ai 17 l, con rotelle, doppio filtro ed eventualmente filtro HEPA

 

 

Quali sono i migliori aspiracenere del 2017?

La tabella dei migliori aspiracenere del 2017 scelti dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Prezzo
migliore
Recensione
8,9 Kärcher AD 3 Premium Fireplace 97,38 € Recensione
8,1 Lavor Vac 20 s 43,57 € Recensione
6,9 Vigor Aspir-El 600 26,90 € Recensione
7,2 Ribimex Cenerill 29,99 € Recensione
6,6 Lavor Ashley 1.2 27,27 € Recensione

Aspiracenere: tutti i prodotti recensiti

Domande e risposte su Aspiracenere

  1. 2
    Domanda di Nino | 15 novembre 2016 at 08:44

    Buongiorno ho dubbi nella scelta dell aspiracenere con filtro a cartuccia o ad acqua per non avere la dispersione della cenere qual’e’ meglio?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 15 novembre 2016 at 17:08

      Non abbiamo preferenze in merito, qualcuno indica che il filtro ad acqua trattiene meglio le polveri, ma non abbiamo certezze in merito dal punto di vista scientifico. Tra l’altro non ci sono molti modelli con tale tecnologia, e a dire il vero non ne conosciamo neanche uno affidabile. Noi ti consigliamo il Kärcher AD 3 Premium Fireplace, per noi tra i migliori in assoluto e con doppio filtro (nella recensione vedi la spiegazione approfondita).

  2. 0
    Domanda di Letizia | 5 febbraio 2017 at 08:18

    Salve, per pulire la stufa a pellet, con polvere molto fine, quale è la filtrazione migliore?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 6 febbraio 2017 at 10:02

      La soluzione migliore è prendere un prodotto con filtro HEPA, cosa ben spiegata nella guida. Ti consigliamo anche la lettura della recensione Kärcher AD 3 Premium Fireplace.

  3. 0
    Domanda di domenico martino federico | 21 gennaio 2017 at 14:18

    salve vorrei sapere se esiste in commercio un aspiracenere silenzioso ,vivendo in condominio la mattina fa molto rumore nella pulizia della stufa
    graz

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 23 gennaio 2017 at 14:43

      Aspiracenere silenziosi non ne conosciamo, al momento possiamo indicarti solo aspirapolvere con una basso numero di decibel.

  4. 0
    Domanda di Matt | 10 gennaio 2017 at 12:01

    Buongiorno sto cercando un aspiracenere per ceneri calde (termocamino a legna). Vi chiedo un parere sul modello Ribitech CeneHot Pro. Grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 13 gennaio 2017 at 12:34

      Non conosciamo direttamente il modello Ribitech CeneHot Pro, ma sembra avere tutte le carte in tavola per soddisfare la tua esigenza.

  5. 0
    Domanda di Riccardo | 4 gennaio 2017 at 16:38

    il mio aspiracenere mi si è “accartocciato” mentre aspiravo, la marca è VINCO, e ne vorrei prendere uno da spendere sui 50€, Ho una stufa a pellet

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 5 gennaio 2017 at 09:39

      Puoi vedere il modello Lavor Vac 20 s in offerta, che consideriamo uno dei migliori sotto le 50 euro, i suoi punti forti sono i seguenti:

      Buona potenza
      Ampia capacità del serbatoio
      Facile trasporto grazie a ruote e maniglia

  6. -1
    Domanda di Lorenzo SCALAS | 24 novembre 2016 at 17:40

    Ho acquistato diversi aspiracenere,della fascia bassa ,media ed ho riscontrato che mi rimanda la cenere nell’ambiente,anche cambiando spesso i filtri

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 25 novembre 2016 at 09:01

      Se i modelli di fascia inferiore non ti hanno soddisfatto potresti pensare a prodotti di qualità superiore, come il Kärcher AD 3 Premium Fireplace, che sta avendo un enorme successo di feedback, come tu stesso potrai verificare.

  7. -1
    Domanda di Eugenio | 16 novembre 2016 at 18:44

    Chiedo se avete testato il seguente prodotto Aspiracenere V160 il Migliore 1200W cenere calda NOVITA’ 2016/17
    prodotto Italiano, così viene recensito

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 18 novembre 2016 at 14:55

      Ancora non abbiamo avuto modo di valutare il modello V160 , che sembra essere l’evoluzione del Lavor Vac 20 s, un marchio che sta avendo un ottimo successo di vendite e feedback da parte dei vari acquirenti.

"Aspiracenere": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Il migliore in assoluto

Kärcher AD 3 Premium Fireplace

Miglior prezzo: 97,38€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Lavor Vac 20 s

Miglior prezzo: 43,57€

Il più venduto

Vigor Aspir-El 600

Miglior prezzo: 32,80€